Finalmente dopo un lungo mese, Murphy, questo ora è il suo nome, ha subìto l’intervento chirurgico grazie al quale è stato possibile rimuovere i fissatori esterni che hanno permesso un corretto allineamento dei segmenti ossei dell’omero e del femore. E’ tornato a camminare bene, corre, gioca e salta anche se purtroppo rimarrà con la schiena lievemente inarcata a causa dell’incidente che ha causato danni, seppur lievi, anche alla colonna vertebrale.