Abbiamo tolto manifesti che pubblicizzavano circhi attendati a Pietrapaola marina e Scalea, nella provincia di Cosenza e a Botricello nella provincia di Catanzaro. I manifesti in questione erano abusivi in quanto non avevano il timbro comunale che indicava l’avvenuta autorizzazione per quell’affissione. Inoltre molti commercianti che esponevano le locandine dei circhi, anch’esse abusive, sulle vetrine dei loro negozi sono stati invitati a rimuoverle immediatamente.

Non smetteremo mai di ricordare che togliere manifesti, striscioni o locandine abusive è del tutto legale. Non sarà molto ma comunque si prova a rendere difficile la vita ai circhi con animali e si cerca di ostacolarli in ogni modo parallelamente alle campagne di sensibilizzazione che si occupano di informare su ciò che si cela dietro ogni spettacolo con lo scopo di togliere loro più pubblico possibile.